Muni Sigona, ideatrice e fondatrice di La casa di Toti – un’antica dimora siciliana del Settecento trasformata in albergo etico e gestito dai ragazzi “speciali” – vince il premio Impresa è Donna 2022, iniziativa a carattere regionale, ideata e realizzata dal gruppo Terziario Donna Confcommercio Catania e fortemente voluta dalla sua presidente Matilde Cifali.

“Muni, oggi imprenditrice e mamma di Toti, è dal 2018 socio del direttivo della Cdo Sicilia e una delle referenti regionali del tavolo No Profit dell’associazione” afferma il presidente Salvatore Contrafatto “la sua vittoria è per noi motivo di grande orgoglio ed ennesima conferma che l’amore sconfinato di una mamma, insieme al sostegno concreto e costante di alcune aziende del territorio, possono tutto!”

DA UN SOGNO AD UNA REALTÀ:

LA CASA DI TOTI, IL PRIMO B&B ETICO A MODICA GESTITO DA RAGAZZI SPECIALI

“Dedico questa vittoria ai miei ragazzi che hanno il diritto al lavoro” afferma Muni Sigona. “Cosa mi ha emozionata di più? Gabriele– uno dei ragazzi speciali- quando dal palco ha urlato: Muni, sei brava perché mi dai lo stipendio! E li ho pensato con lacrime di gioia che per fortuna quella notte ho fatto quel meraviglioso sogno…un albergo che oggi è realtà”.

IL TEMA: LA NUOVA OPULENZA

“Manifestazioni importanti come queste servono a ricordarci la forza, la tenacia e il talento di chi fa impresa in Sicilia, volgendo uno sguardo al mondo femminile che ancora oggi concilia con non poche difficoltà il ruolo di mamma, lavoratrice ed imprenditrice” afferma Claudia Fuccio, direttore Cdo Sicilia “La scelta provocatoria del tema ci ricorda che è tempo di guardare avanti con occhi nuovi.

Una provocazione che lanciamo alle aziende – ha spiegato la presidente di Terziario Donna Confcommercio Catania, Matilde Cifali – “per provare a riconquistare i tempi d’oro, anche se siamo pienamente consapevoli di quanto sia difficile, dopo due anni di pandemia, riaffermare la presenza sul mercato”.

IL SECONDO POSTO SUL PODIO: DANIELA AVANZATO

Quest’anno il premio si è tinto d’oro, argento e bronzo, con il tema scelto della “nuova opulenza”, intesa come nuova e importante ricchezza che porta a grandi successi aziendali fatta di contatti, condivisioni e contaminazioni tra aziende, persone e territori. Daniela Avanzato, Presidente della Cooperativa Sociale Fa Bene Sicilia e nuovo socio Cdo Sicilia si è aggiudicata il secondo posto sul podio.

“È stato emozionante raccontare l’esperienza di Fa Bene Sicilia, per noi giovanissima start-up che vuole far sentire la propria voce e il proprio modo di fare del bene è prezioso ogni canale di comunicazione. È stato emozionante conoscere dietro le quinte la grandezza delle imprenditrici finaliste. Purtroppo noi siciliani abbiamo la tendenza all’ “isolanità” nei nostri modus operandi. Occasioni come queste scardinano questa attitudine, mettendo in condivisione la ricchezza che ciascun’imprenditrice genera, una ricchezza fatta di tenacia, coraggio, sensibilità, sogni, capacità organizzativa”.

DONNE IN RETE: NANCY VENTURA TRA LE FINALISTE REGIONALI

Non è facile trovare la possibilità di incontrare tante donne che fanno impresa in Sicilia in una sola serata. Già solo dirlo sembra incredibile! Meraviglioso che come se ci conoscessimo da sempre – Continua Nancy, socio Cdo Sicilia con la Ventura Srl – Una delle cose più importanti che mi porto da questa meravigliosa esperienza è proprio l’importanza di fare rete: nuove possibilità di partnership e nuovi orizzonti professionali, tanta motivazione, coraggio, voglia di continuare a fare, a crescere, ad investire. Come ben sa chi fa impresa tutto ciò non è sempre facile ed immediato.